Analisi e Video Analisi del mercato azionario

(Clicca sull'immagine qui sotto per vedere la video analisi)

 

Analisi del mercato: azionario USA

PANORAMICA

Settimana poco movimentata per i mercati, che avevano aperto in maniera decisa salvo poi chiudere con tono negativo.

S&P500 e Nasdaq500 hanno toccato nuovi massimi all’apertura di Giovedì grazie ad Apple e altre megacap, mentre già Lunedì e Martedì molte growth stock e titoli leader hanno mostrato segni di  debolezza.

Questo ha provocato la virata in rosso per molte posizioni aperte dai trader nelle prime sessioni della settimana.

Nel complesso però possiamo considerare la price action positiva: l’S&P500 è ora a +4.5% dalla SMA50D, ed ha quindi spazio a disposizione per tentare un nuovo rally prima di diventare troppo esteso rispetto a questo indicatore.

Il Nasdaq si è mosso in maniera negativa per la seconda settimana consecutiva in prossimità dei massimi storici. Questo movimento riflette la costruzione di basi in atto su molti titoli growth.

 

  • FINESTRA MACRO-GEOPOLITICA

Spinto dalle operazioni di stimolo all’economia e dalla campagna vaccinale, il PIL del 1Q2021 è cresciuto del +6.4% su base annuale, e del +4.3% rispetto al 4Q2020.

I consumi, che rappresentano il 70% dell’economia  a stelle e strisce sono saliti del 10.7%.

Fiducia anche da parte delle imprese che hanno investito il 9.9% in più, grazie anche alle commesse pubbliche che sono salite del 6.3%.

L’economia nel complesso è ormai prossima ai livelli pre-pandemia, un risultato che sembrava quasi impossibile fino a 6-7 mesi fa.

 

  • TERMOMETRO TPRI

Il Fear&Greed Index scende a quota 56, indicando ancora l’avidità come sentiment predominante. Una settimana fa il valore era pari a 61.

 

 

Put/Call Ratio=0.95 (vs 0.80): Indicatore contrarian che compara il numero totale delle put tradate giornalmente con quello delle call. Valori sopra 1.2 indicano possibili bottom, mentre valori estremamente bassi indicano l’accumulo di opzioni call da parte dei retail, e quindi una “eccessiva” euforia  con possibile ritracciamento in arrivo.

CBOE Volatility Index: 18.61

 

  • I PROTAGONISTI

AAPL: Apple ha rotto una cup&handle Giovedì grazie ai dati della trimestrale, salvo poi invertire a ribasso. Niente di sorprendente in realtà, visto che la handle dal punto di vista qualitativo appariva debole (soltanto -3%, niente manico sul grafico weekly), e le probabilità di cacciare fuori dal mercato la maggior parte dei weak holder basse.

Il titolo ora mostra una handle sul grafico settimanale con pivot sui $137.17, ed ha chiuso ai livelli più bassi dall’8 Aprile e sotto la EMA21D per la prima volta dalla fine di Marzo.

Dal punto di vista fondamentale gli EPS sono cresciuti del +119% e le vendite del +54%, in accellerazione per il secondo trimestre consecutivo.

NVDA: il titolo del cuore del nostro Gian Massimo aveva rotto una cup il 13 Aprile, dando il via ad un mini rally e rompendo il pivot sui $615. Dopo aver toccato i $648.57 il prezzo ha cominciato a ritracciare, trovando però supporto sulla EMA21D.

Nvidia sembra aver formato una handle con pivot sui $648.67, mentre è presente un altro entry aggressivo nell’area dei $615.

Nonostante sia ormai un titolo maturo, i fondamentali sono molto positivi, con le vendite in crescita negli ultimi tre trimestri.

IDXX: il titolo ha formato un handle poco profonda sia sul grafico daily che sul settimanale con pivot sui $561.62, e rilascerà la trimestrale Martedì. Gli EPS sono cresciuti del +56% e 43% negli ultimi due trimestri, mentre le vendite del 19%.

NET: Cloudflare ha rotto una handle con volumi elevati il 23 Aprile, e dopo aver toccato i $88.04 il 27 Aprile, ha ritracciato per tre giorni consecutivi.

Il titolo non è riuscito a formare un nuova handle, e il pivot point resta sui $95.87. Sarebbe molto positivo vedere la costruzione del pattern nei prossimi giorni e la sua rottura dopo gli EPS di Giovedì.

Dal punto di vista fondamentale il titolo è in leggera perdita, ma le vendite sono cresciute in maniera robusta (+48%/+54%) negli ultimi 8 trimestri.

TSLA: settimana molto volatile per Tesla, che ha chiuso con una perdita del 2.7%.

Dal punto di vista grafico è presente una cup&handle con pivot sui $780.89, e specialmente sul grafico weekly è visibile lo shakout avvenuto delle ultime sessioni.

Gli EPS sono cresciuti del +304% rispetto al dato di un anno fa, mentre le vendite hanno accellerato del +74%. Nonostante i numeri super, gli investitori hanno “pesato” in modo negativo l’impatto degli incentivi governativi per l’acquisto di EV e i profitti derivanti dal trading di Bitcoin. Nessuna novità sul lancio del Cybertruck.

NIO: dati tra luci e ombre per Nio, che ha riportato ad Aprile vendite in crescita del +125% rispetto ad un anno fa, ma in calo del -2.1% rispetto a Marzo. Guidance per il 2Q2021 piatta causa della penuria di chip.

La concorrenza nel mercato cinese continua a crescere, e sempre più analisti cominciano a chiedersi quando l’offerta dei produttori travolgerà la domanda.

Graficamente il titolo è calato del 3%, trovando resistenza sulla SMA50D e supporto sulla SMA200D. Così come Xpeng, Li Auto, BYD servirà una lunga price e volume action costruttiva per prendere di nuovo in considerazione questi nomi.

 

  • TRIMESTRALI

03/05/2021: PETS

04/05/2021: CRSR, KOPN, IDXX

05/05/2021: GOLD, SPWR, INMD

06/05/2021: MRNA, FVRR, W, EXPI, FOUR

07/05/2021: DKNG, NKLA

 

  • COSA FARE?

L’azione del mercato continua a suggerire di mantenere l’esposizione sotto controllo, a causa delle rapide rotazioni e delle frequenti sessioni molto volatili. Diventa molto importante in questi frangenti mantenere le eventuali perdite molto contenute.

Attenzione anche al rilascio delle trimestrali: sarà ancora una settimana molto movimentata da questo punto di vista.

 

AZIONARIO USA

Chiusura settimanale indici:

Nasdaq  -0.39%

S&P500 +0.02%

Dow Jones Industrial Average -0.50%

Russell 2000 -0.24%

 

Percentuale Titoli > SMA200D 01/05/2021

La percentuale dei titoli S&P500 scambiati sopra la loro media mobile a 200 periodi è pari al 94.79%, sul Nasdaq100 l’87.00% dei titoli prezza sopra lo stesso indicatore, mentre sul NYSE la percentuale è pari all’83.35%.

 

⭕ Nuovi MAX 52 settimane 01/05/2021

Di seguito i titoli che hanno creato un nuovo massimo a 52 settimane, e stanno sovraperformando l’indice di riferimento S&P500.

Questi titoli mostrano una forza relativa maggiore rispetto all’indice e vanno quindi seguiti con attenzione in un’ottica long.

CORN

DBA

EWT

PICK

CAR

CWH

DHI

FOXF

GIL

PETQ

SGMS

TPH

APO

DFS

KB

SBNY

LNTH

PGNY

VCEL

ZNTL

NMM

OTIS

REKR

TREX

AA

ATI

CC

GRA

MT

OI

STLD

TROX

TX

UNVR

PCH

BRKS

CLFD

KLIC

MVIS

PFPT

STX

SWKS

VECO

 

⭕ Market Leaders 01/05/2021

Passiamo ora alla lista di azioni filtrate con il criterio FnRzt: 

GRA

PFPT

 

 

⭕ Asset allocation e analisi settoriale 01-05-2021


Asset Allocation

 

 

Forza e Momentum Settori S&P500


LEADING: Financial, Communication Services, Industrial, Materials, Real Estate

WEAKENING: Energy

IMPROVING:  Consumer Staples, Utilities

LAGGING: Consumer Discretionary, Technology, Health Care

 

 

Value vs Growth

 

 

Value vs Growth  (size)

 

 

⭕Weekly Performance Settori & Top10 Industrie 01-05-2021

Energy top sector con un RoC_5,D del +3.58%

IT bottom sector con un RoC_5,D pari a -2.12%

 

 

Analisi azioni: Top 10% Market Movers S&P500 30/04/2021


Per assistenza chiama il numero verde gratuito 800 657 110 o clicca qui:  info@trendpositioning.com

Scripta SA – VIA Guido Calgari 2 – 6900 – Lugano – P. IVA CHE 193.219.526
Questo sito non fa parte di Facebook™ o Facebook™ Inc. Inoltre, questo sito NON è approvato da Facebook in alcun modo. Facebook è un marchio registrato di Facebook™, Inc. This Website is not a part of Facebook™ or Facebook™ Inc. Additionally, this site is NOT endorsed by Facebook™ in any way. Facebook™ is a trademark of Facebook™ Inc.